Project Description

DIRITTO TRIBUTARIO

Lo Studio CG Legali cerca da sempre di coniugare la conoscenza del diritto con la competenza dei suoi professionisti, garantendo ai clienti un’assistenza qualificata anche nelle controversie tributarie e fiscali.
In particolare lo Studio si occupa di garantire la difesa del contribuente avanti alla giurisdizione tributaria, Commissioni Tributarie Provinciali, Regionali e Corte di Cassazione, fornendo assistenza anche durante la fase amministrativa stragiudiziale, nei rapporti con gli uffici finanziari e nella redazione di interpelli, istanze di rimborso, istanze di annullamento in autotutela, istanze di accertamento con adesione, istanze di definizione agevolata.
Ci occupiamo altresì della risoluzione di tutte le controversie tributarie sorte in occasioni di contestazioni o di verifiche fiscali da parte delle Autorità tributarie italiane, anche in materia doganale e nel settore delle accise e delle imposte di consumo.
Una menzione a parte va rivolta all’esperienza maturata dai professionisti di CG Legali nell’elaborazione di strategie difensive per la tutela del contribuente nei confronti di avvisi di accertamento, cartelle esattoriali, fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti, ed in generale avverso tutti  gli atti di esecuzione esattoriale emessi da Equitalia o Riscossione Sicilia Spa.
Redigiamo di pareri su questioni fiscali prettamente tecniche, anche con l’ausilio di consulenti fiscali altamente specializzati.

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Le materie di specializzazione sono:

  • IRPEF, IRES, IRAP
  • IMU, ICI, TARI, TARSU, TOSAP e tutti i Tributi locali
  • IVA, Imposta di registro, Tributi doganali
  • Dogane, accise e imposte di consumo
  • Imposta sulle successioni e donazioni
  • Agevolazioni acquisto “prima casa”
  • Imposta unica afferente a concorsi, pronostici e scommesse
  • Agevolazioni fiscali
  • Sanzioni tributarie
  • Avvisi di accertamento
  • Cartelle esattoriali, intimazioni di pagamento
  • Ingiunzioni fiscali
  • Fermi amministrativi e ipoteche
  • Opposizioni a pignoramento presso terzi o immobiliare

NEWS E APPROFONDIMENTI

Le attività non commerciali svolte dalle associazioni culturali non sono soggette a tassazione.

Non si considerano commerciali e non producono reddito imponibile le attività delle associazioni culturali  svolte a favore dei propri associati, in diretta attuazione degli scopi istituzionali, sebbene dietro pagamento di uno specifico corrispettivo, purché siano rispettate quelle clausole statutarie che assicurano l’effettività del rapporto associativo. Tra le numerose pronunce dei giudici si segnala la [...]

  • Corte dei Conti: inaugurazione dell'anno giudiziario 2023 9 Febbraio 2023
    Alla presenza del Presidente della Repubblica e delle più alte cariche istituzionali, si terrà la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario 2023. Il Presidente della Corte Guido Carlino svolgerà la relazione sull'attività del 2022. Interverranno il Procuratore generale Angelo Canale e la presidente del Consiglio Nazionale Forense Maria Masi.
  • Chiusura agevolata delle liti pendenti con il Fisco: dalle Entrate arriva il modello di richiesta 3 Febbraio 2023
    L’Agenzia delle Entrate ha diffuso il modello e le istruzioni per i contribuenti che intendono chiudere le controversie ancora aperte con il Fisco, dando così attuazione ad una delle misure di tregua fiscale previste dalla Legge di Bilancio (art. 1, commi da 186 a 202, l. n. 197/2022).
  • Prelievi sul conto non giustificati: sono ricavi dell’imprenditore? 2 Febbraio 2023
    A fronte della presunzione legale di ricavi “occulti” scaturente da prelevamenti bancari non giustificati, il contribuente imprenditore può sempre opporre la prova presuntiva contraria ed, in particolare, può eccepire l’incidenza percentuale dei costi relativi, che vanno, dunque, detratti dall’ammontare dei prelievi non giustificati.
  • Imposta di registro sulla divisione ereditaria: il valore del bene donato dal de cuius entra nell’imponibile 1 Febbraio 2023
    La Cassazione ha affrontato il tema dell’individuazione del regime impositivo di registro applicabile, sotto il profilo dell’esatta determinazione della base imponibile, ad un atto di divisione di comunione ereditaria posto in essere in presenza di donazioni effettuate in vita dal de cujus a favore di taluno dei condividenti, e civilisticamente tenute a collazione.