Project Description

DIRITTO DEL LAVORO

L’assistenza di CG Legali è rivolta sia ai privati che alle aziende e riguarda tutte le problematiche inerenti lo svolgimento e la gestione del rapporto di lavoro, individuale e collettivo, subordinato e atipico, dalla fase di assunzione fino a quella di risoluzione del rapporto, con particolare attenzione anche alle problematiche di natura previdenziale e sindacale.
L’assistenza giudiziale copre tutte le controversie riguardanti la gestione del rapporto di lavoro, in particolare: licenziamenti individuali e collettivi, procedimenti disciplinari e impugnazioni di sanzioni, rivendicazioni di qualifiche superiori, domande di risarcimento danni per mobbing e demansionamento, ferie, malattie e inidoneità sopravvenuta, infortunio sul lavoro, controversie di natura previdenziale.
Laddove possibile, lo Studio fornisce soluzioni conciliative studiate ad hoc per ogni singolo caso, al fine di definire le controversie già in sede stragiudiziale e con notevole risparmio di costi.
Ci occupiamo altresì di rapporti di lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni o enti equiparati, nonché delle vertenze in materia di pubblici concorsi e graduatorie.

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Le materie di specializzazione sono:

  • Predisposizione di contratti di lavoro individuali
  • Consultazioni e negoziazioni in sede sindacale e con le pubbliche amministrazioni
  • Vertenze inerenti a rapporti di lavoro subordinato e/o para subordinato
  • Vertenze riguardanti l’assunzione e la risoluzione del rapporto
  • Assunzioni obbligatorie: invalidi e portatori di handicap
  • Dimissioni per giusta causa
  • Licenziamenti individuali e collettivi: reintegrazione e risarcimento del danno
  • Provvedimenti disciplinari: contestazione e impugnazione
  • Malattia e visite fiscali
  • Aspettativa e superamento periodo comporto
  • Rivendicazioni di qualifiche superiori
  • Mansioni superiori e differenze retributive
  • Domande di risarcimento danni per condotte illecite del datore di lavoro
  • Mobbing e demansionamento
  • TFR e retribuzioni mensili
  • Lavoro a tempo determinato: successione di contratti a termine
  • Trasferimento del lavoratore
  • Controversie contributive contro INPS, INAIL
  • Risarcimento danni da infortunio e da malattia professionale, infortunio in itinere
  • Risarcimento del danno biologico, esistenziale e morale, danno all’immagine
  • Valutazione di condotte antisindacali
  • Arbitrato

NEWS E APPROFONDIMENTI

Infortunio sul lavoro: come funziona e l’ammontare del risarcimento

Cosa succede quando si verifica un infortunio sul lavoro? Questo si qualifica come un evento che provoca un’assoluta e temporanea impossibilità per il dipendente di rendere la prestazione lavorativa. Di conseguenza, per i giorni di assenza non spetterebbe la retribuzione. A copertura di questo periodo interviene, a determinate condizioni, l’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro (INAIL) [...]

  • Diritto allo sgravio: l'assunzione del nuovo lavoratore deve rispondere ad un'esigenza di specifica professionalità 15 Aprile 2021
    La Corte di Cassazione accoglie il ricorso da parte dell’INPS poichè nel caso di specie, la Corte di merito avrebbe dovuto esigere, ai fini del diritto allo sgravio, la dimostrazione che l’assunzione del nuovo lavoratore dalle liste di mobilità rispondesse ad un’esigenza di specifica professionalità, non suscettibile di essere soddisfatta nel rispetto del diritto di […]
  • Novità per il flusso UniEmens-Cig 15 Aprile 2021
    L'INPS fornisce le prime indicazioni operative relative alla nuova modalità di invio dei flussi di pagamento diretto dei trattamenti di integrazione salariale (CIGO, CIGD e ASO), connessi all'emergenza epidemiologica da COVID–19, tramite l'utilizzo del flusso “UniEmens-Cig”, introdotto dal c.d. Decreto Sostegni (Circ. INPS 14 aprile 2021 n. 62).  
  • La rieducazione motoria per soggetti colpiti da lesione midollari è a carico del SSN? 14 Aprile 2021
    Il diritto ad ottenere una prestazione sanitaria con costo a carico del SSN deve essere accertato in base ai presupposti di cui al d.lgs. n. 502/1992, art. 1, in termini di evidenze scientifiche di un significativo beneficio, appropriatezza ed economicità.  
  • Tecnopatie concorrenti: la Consulta boccia la disparità di trattamento tra assicurati 14 Aprile 2021
    Secondo la prevalente interpretazione giurisprudenziale in tema di patologie concorrenti, l’assicurato, il quale ha già avuto dall’INAIL un indennizzo per la prima tecnopatia, ottiene di più, nella stima degli effetti pregiudizievoli derivanti dalla seconda tecnopatia concorrente, del lavoratore che – in base al t.u. infortuni – non avesse ricevuto alcun precedente indennizzo: tale disparità di […]