Project Description

DIRITTO DEL LAVORO

L’assistenza di CG Legali è rivolta sia ai privati che alle aziende e riguarda tutte le problematiche inerenti lo svolgimento e la gestione del rapporto di lavoro, individuale e collettivo, subordinato e atipico, dalla fase di assunzione fino a quella di risoluzione del rapporto, con particolare attenzione anche alle problematiche di natura previdenziale e sindacale.
L’assistenza giudiziale copre tutte le controversie riguardanti la gestione del rapporto di lavoro, in particolare: licenziamenti individuali e collettivi, procedimenti disciplinari e impugnazioni di sanzioni, rivendicazioni di qualifiche superiori, domande di risarcimento danni per mobbing e demansionamento, ferie, malattie e inidoneità sopravvenuta, infortunio sul lavoro, controversie di natura previdenziale.
Laddove possibile, lo Studio fornisce soluzioni conciliative studiate ad hoc per ogni singolo caso, al fine di definire le controversie già in sede stragiudiziale e con notevole risparmio di costi.
Ci occupiamo altresì di rapporti di lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni o enti equiparati, nonché delle vertenze in materia di pubblici concorsi e graduatorie.

RICHIEDI UNA CONSULENZA

Le materie di specializzazione sono:

  • Predisposizione di contratti di lavoro individuali
  • Consultazioni e negoziazioni in sede sindacale e con le pubbliche amministrazioni
  • Vertenze inerenti a rapporti di lavoro subordinato e/o para subordinato
  • Vertenze riguardanti l’assunzione e la risoluzione del rapporto
  • Assunzioni obbligatorie: invalidi e portatori di handicap
  • Dimissioni per giusta causa
  • Licenziamenti individuali e collettivi: reintegrazione e risarcimento del danno
  • Provvedimenti disciplinari: contestazione e impugnazione
  • Malattia e visite fiscali
  • Aspettativa e superamento periodo comporto
  • Rivendicazioni di qualifiche superiori
  • Mansioni superiori e differenze retributive
  • Domande di risarcimento danni per condotte illecite del datore di lavoro
  • Mobbing e demansionamento
  • TFR e retribuzioni mensili
  • Lavoro a tempo determinato: successione di contratti a termine
  • Trasferimento del lavoratore
  • Controversie contributive contro INPS, INAIL
  • Risarcimento danni da infortunio e da malattia professionale, infortunio in itinere
  • Risarcimento del danno biologico, esistenziale e morale, danno all’immagine
  • Valutazione di condotte antisindacali
  • Arbitrato

NEWS E APPROFONDIMENTI

Infortunio sul lavoro: come funziona e l’ammontare del risarcimento

Cosa succede quando si verifica un infortunio sul lavoro? Questo si qualifica come un evento che provoca un’assoluta e temporanea impossibilità per il dipendente di rendere la prestazione lavorativa. Di conseguenza, per i giorni di assenza non spetterebbe la retribuzione. A copertura di questo periodo interviene, a determinate condizioni, l’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro (INAIL) [...]

  • Non bastano i motivi finanziari per la retroattività della legge 29 Novembre 2020
    È fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1-bis, d.l. n. 138/2011 (che esclude l’indennità di amministrazione dal trattamento economico complessivo spettante ai dipendenti del Ministero degli Affari Esteri in servizio all’estero) in riferimento agli artt. 3, 24, comma 1, 39, comma 1, 101, 102, 104, 111 e 117, comma 1, Cost. (quest’ultimo in relazione […]
  • Addetti stampa: i contributi vanno versati all'INPS o all'INPGI? La parola alle Sezioni Unite 29 Novembre 2020
    L'obbligo di iscrizione all'Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani "Giovanni Amendola" del giornalista ricomprende ogni attività di informazione in qualunque forma svolta ed attraverso qualunque mezzo di comunicazione diretto ad un numero indistinto di persone. In materia di contributi previdenziali dovuti all'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani, è onere di quest'ultimo, in qualità […]
  • Licenziamenti collettivi e Jobs Act: la decisione della Corte Costituzionale 26 Novembre 2020
    Il 26 novembre 2020 la Consulta ha depositato le motivazioni della decisione con cui ha dichiarato inammissibili le questioni di legittimità costituzionale sollevate sulle disposizioni del Jobs Act relative ai licenziamenti collettivi intimati in violazione dei criteri di scelta, rimarcando il ruolo fondamentale rivestito dalla leale collaborazione tra la Corte di Giustizia UE ed i […]
  • Dirigente inoperoso, azienda condannata 26 Novembre 2020
    Vittoria per il lavoratore, che ottiene un risarcimento di oltre 3mila euro. Evidente per i Giudici l’abuso compiuto dall’azienda, che ha assegnato al dipendente il ruolo di dirigente a disposizione del direttore generale, ma lo ha privato di incarichi operativi e di aggiornamento professionale.